Consumare frutta e verdure di stagione significa alimentarsi in modo corretto e soprattutto sano e naturale ed anche economico in quanto è possibile anche risparmiare sulla spesa quotidiana. Se, inoltre troviamo coltivazioni biologiche e vicino casa (a km o), meglio ancora. L'arancio, frutto tipico invernale, è un'ottima fonte di vitamine. La vitamina C è importante innanzitutto perché contribuisce a rafforzare e regolare  il nostro sistema immunitario, quindi ci da una mano a prevenire raffreddori e malattie tipiche invernali.  Le arance posseggono anche un alto contenuto di bioflavonoidi, sostanze che con la vitamina C, sono molto importanti in particolar modo per la ricostituzione del collagene presente nel tessuto connettivo.  La sinergia tra vitamina C e Bioflavonoidi può aiutare nella prevenzione della fragilità capillare e può migliorare in generale il flusso sanguigno venoso. E per chi soffre di cellulite?  migliorando la circolazione sanguigna si può evitare la formazione del ristagno di sangue, principale causa del formarsi di questo inestetismo. Ancora, la qualità rossa delle arance è molto ricca di antocianine in grado di combattere con successo, gli stati infiammatori. Infine, la vitamina C contenuta nelle arance ha messo in evidenza utili proprietà antianemiche poiché favorisce l'assorbimento del ferro, fondamentale elemento per la formazione dei globuli rossi. E ancora, l'arancia è particolarmente ricca di sostanze chiamate terpeni che, se assunti regolarmente con frutta e verdura, si sono rivelati utili nella prevenzione dei tumori del retto e del colon. Per la prevenzione del cancro alla mammella utile nel contrastare gli effetti degli estrogeni, si è rivelato utile, terra i terpeni,  il limonene, contenuto nella buccia delle arance, dei limoni e dei pompelmi.  La vitamina B  contrasta l'inappetenza e favorisce la digestione, mentre i caroteni, precursori della vitamina A sono utili per la salute degli occhi, della pelle e nella prevenzione delle infezioni. Per concludere, mangiamo e beviamo le arance, meglio se rosse e sicuramente siciliane!